giovedì 1 settembre 2016

Ricotta e Fichi Caramellati

L'estate sta finendo e in Romagna è tempo di mettere via i fichi!!! 


Davanti alla finestra della mia cucina, in giardino, c'è da sempre un fico e ogni anno produce tantissimi frutti che puntualmente di questi tempi facciamo caramellati... io di solito più che farli li mangio, ma questi sono dettagli :-)))



La ricetta è semplice, richiede solo tantissima pazienza e tempo.
Incominciamo... stendere (nel recipiente che utilizzerete per cuocere) i fichi e cospargerli con lo zucchero. Un solo strato di fichi nella teglia da forno (per la cottura in forno) e massimo due strati nel tegame (per la cottura sul fornello). Per ogni Kg di fichi aggiungere 250 g di zucchero e un cucchiaio di aceto. Chiudere con la pellicola per alimenti, mettere in frigorifero e lasciare macerarli tutta la notte. C'è chi mette scorza di limone, mandorle, grappa, ecc... ma a casa mia si fanno così semplici!


A questo punto avete due scelte o cuocerli in forno a 110-120°C o in un tegame (basso e largo) sul fornello a fuoco basso fino a che non saranno belli caramellati (4-6 ore, si lo so è tanto, ma ne vale la pena). Noi quest'anno abbiamo provato entrambe le soluzioni, il risultato è che in forno i fichi rimangono più belli e intatti, ma si asciugano di più e otterete meno sciroppo (o in gergo sughino) il che è un peccato. Con la cottura in tegame si (passatemi il termine) spappolano un po' di più, ma la scarpetta con il pane è assicurata!!!! 


Una volta pronti, invasare i fichi ancora bollenti con il loro sciroppo caramellato in barattoli sterili (potete anche disinfettarli con un goccio di alcool), chiudere e capovolgere i barattoli fino a completo raffreddamento. In questo modo il calore dei fichi farà espandere la guarnizione del coperchio (vasi vecchi ok tappi vecchi no, sempre nuovi) e questo creerà il sottovuoto! Conservare in dispensa al riparo dalla luce. 



Io li amo da morire con la ricotta, per me, assieme, rappresentano il dessert per eccellenza! Se proprio vogliamo esagerare il tutto si può accompagnare con una bella piadina romagnola calda (qui trovate la ricetta). In ogni caso sono buonissimi anche così a cucchiaiate!!



Nessun commento:

Posta un commento