venerdì 22 luglio 2016

Brownie Rapa rossa e Cacao di Marco Bianchi

Ormai sta andando sempre più di moda mettere la verdura nei dolci e la cosa mi incuriosisce già da un po'... così ho trovato questa ricetta di Marco Bianchi e mi sono detta perché non provare! Devo ammettere che stimo molto il lavoro di Marco, divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi che tramite i suoi consigli gastronomici promuove la buona alimentazione per restare in salute e prevenire le patologie più comuni. Ciò che anche io, nel mio piccolo, cerco di fare.


Ma poi sta rapa rossa a cosa serve? Questo tubero, che non è poi così presente nelle nostre tavole, è un concentrato di vitamine e sali minerali e ha pochissime calorie.

Kcal/100 grammi: 19 → prodotto ipocalorico
Acqua: 91%
Carboidrati: 4%
Fibre: 2,6%
Restante (circa 2,4%): proteine e grassi
Sali mineralipotassioferrocalciofosforo e sodio
VitamineB1B2B3A (tracce) e C

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/benessere/rape-rosse-in-breve.html

Ma perché nei dolci?? La rapa rossa è utilissima per sostituire le componenti grasse rendendo i dolci morbidi senza aumentare le calorie, il che non è niente male no??


Gli ingredienti per 12 porzioni sono:

  • 150 g di mandorle tritate (per me pistacchi e pinoli)
  • 300 g di rapa rossa lessata
  • 200 ml latte di soia (io ho utilizzato del succo di mela)
  • 120 g di zucchero integrale di canna
  • 250 g di farina di riso integrale (io integrale di farro)
  • 50 g di cacao amaro in polvere o cioccolato fondente fuso
  • 50 g di olio di riso 
  • 1/2 bustina di lievito per dolci (cremortartaro)

Il procedimento è semplicissimo, frullare in un mixer la frutta secca con lo zucchero fino a ridurre il tutto ad una polvere granulosa. Aggiungere il resto degli ingredienti e frullare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Disporre quest'ultimo in una teglia rettangolare ricoperta di carta forno e cuocere a 180-200 °C per circa 35 minuti.


Una volta che la torta sarà fredda tagliarla a quadretti. La consistenza è leggermente gommosa non lo nego, ma questo dolce è un'ottima fonte di energie, grassi buoni e con molte meno calorie dei brownies classici. Perfetto per chi fa sport o per la colazione, perché sazia a lungo, ma senza appesantire. In questa calda stagione conservate il dolce in frigorifero (freddo è ancora più buono).


2 commenti:

  1. Anche io sono una fan di Marco e promotrice nel mio piccolo di una cucina consapevole, sana ma pur sempre golosa :) Perciò approvo in pieno questi brownies, li avevo già fatti con la rapa rossa e lo yogurt e voglio provare anche questa versione! Grazie per averla condivisa, un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata da qui... noi nel nostro piccolo diamo il nostro contributo, il che non è niente male direi no?? :-)

      Elimina