mercoledì 30 dicembre 2015

Come rimanere sani mangiando nel modo giusto!

Ho deciso di trasformare un pochino il blog e renderlo ancor più vicino a quella che è la mia formazione scientifica e la mia passione per il cibo sano. Un insieme di spunti e ricette finalizzati al mantenimento del buono stato di salute. Voglio introdurre questo nuovo percorso, che spero apprezzerete, trattando brevemente gli argomenti che faranno principalmente parte del blog, ovvero prevenzione a tavola, allergie, intolleranze, basso indice glicemico e dieta mediterranea.


Il motivo per cui voglio divulgare i fondamentali per una alimentazione sana è proprio perché la prevenzione parte dalla tavola ed è molto importante scegliere cosa mettere nella pancia. Questo è scientificamente provato, difatti tra i punti del Codice Europeo per ridurre il rischio di tumore, stilato dall'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) possiamo trovare:
  • mantenere un peso forma salutare
  • fare attività fisica ogni giorno
  • limitare il consumo di alcool e non fumare
  • seguire una dieta sana ricca di alimenti integrali, legumi, frutta e verdura; limitari i cibi ricchi di grassi e zuccheri, limitare la carne rossa e l'utilizzo del sale; evitare carni lavorate e bibite dolci. Per info più dettagliate leggete anche qui.

A questo riguardo ho deciso di introdurre due nuovi tag: Cibo & Salute dove potrete trovare tutte ricette sane che rispecchiano le linee guida sopra riportate Leggero con Gusto ovvero idee per cucinare piatti golosi (anche dolci) ma leggeri con pochi grassi e zuccheri. Un'altro argomento molto importante per la prevenzione di patologie metaboliche come diabete e/o obesità è  il mantenimento di un medio-basso l'indice glicemico (IG).


L’IG è la misura dell’aumento e della diminuzione dei livelli ematici di glucosio dopo il consumo di alimenti contenenti carboidrati rispetto ad un alimento standard che può essere il pane bianco o il glucosio stesso. Gli alimenti con un basso IG vengono digeriti e assorbiti più lentamente, pertanto sono caratterizzati da livelli di glucosio nel sangue inferiori rispetto agli alimenti ad elevato IG. Le diete che contengono molti alimenti a basso IG sono associate ad un ridotto rischio di sviluppo di malattie metaboliche, tra cui anche il diabete. Qui trovare le ricette con basso Indice Glicemico
L’IG degli alimenti è influenzato anche dal loro contenuto di fibre e altri nutrienti inclusi grassi e proteine (che hanno un basso IG) nonché dalla cottura e da altri metodi di trasformazione utilizzati. Complessivamente, il livello di glucosio nel sangue è influenzato dall'insieme degli Indici Glicemici dei diversi alimenti e dalla quantità totale dei carboidrati consumati. 
Qui la fonte di queste informazioni.

Per ultimo, ma non di importanza, le allergie e intolleranze alimentari


Non mi addentrerò nello specifico delle patologie correlate ad intolleranze e allergie, ne vi parlerò di farmaci e cure (anche se sono farmacista) perché solo medici esperti possono emanare diagnosi dopo esami accurati, per cui mi limiterò a darvi qualche nozione generica su cosa sono allergie e intolleranze e qual'è la differenza tra le due. Le allergie alimentari sono reazioni immunitarie ad un particolare alimento (detto allergene) che portano ad un rilascio immediato (è una reazione veloce che avviene subito dopo il contatto con l'alimento) e massiccio di istamina- Normalmente i punti più colpiti sono: naso, gola, polmoni, pelle e tratto gastrointestinale. La conseguenza peggiore è lo shock anafilattico che se non trattato in tempo può provocare occlusione delle vie respiratorie, coma e morte. L'entità della reazione non dipende dalla quantità dell'allergene, per cui anche il contattato con una traccia di quest'ultimo scatena la reazione allergica. La soluzione è l'eliminazione dell'alimento. Le intolleranze, invece, sono una reazione di intossicazione dell'organismo e l'entità della reazione è correlata alla quantità. Non viene coinvolto direttamente il sistema immunitario, ma si suddividono in intolleranze farmacologiche (ovvero intolleranza ad una sostanza contenuta nell'alimento) o enzimatiche (ovvero mancanza di un enzima coinvolto nella digestione dell'alimento in causa). La sintomatologia è pressoché simile a quella delle allergie e per questo spesso vengono confuse. Dopo questa infarinata scientifica passiamo alle ricette, nel blog potete trovare:


Per qualsiasi richiesta o informazione rimango a vostra disposizione. Trovate i miei contatti qui.
Share:

venerdì 18 dicembre 2015

Dolcissimo Lab (ricette Facili e Golose per un dolce Natale)

Qualche giorno fa ho fatto il mio primo "corso di cucina", che forse chiamarlo corso è un po' esagerato, diciamo un laboratorio... un Dolcissimo Lab! Sono stata ospite del centro culturale ScambiaMenti e assieme abbiamo cercato di far passare un goloso pomeriggio ha chi ha aderito alla nostra iniziativa! Essendo una struttura culturale, e non una scuola di cucina, non avevamo attrezzature (oltre ad un microonde) e rischiando di cadere nel banale ho presentato due classici rivisitati, molto semplici e veloci, un pandoro farcito e una banana split al mascarpone. Con mia grande soddisfazione il laboratorio è andato benissimo! Le partecipanti sono state allieve bravissime e oltre a fare e mangiare dolci ci siamo divertite tra chiacchiere e risate. Con questo post vi voglio mostrare qualche foto dell'evento e ovviamente le ricette!!!

pandoro farcito

Per primo abbiamo farcito un pandorino con una crema allo yogurt, ricotta e scaglie di cioccolato. Una crema fresca, leggera, ideale anche per dolci al bicchiere o un tiramisù alternativo.


 Per un mini pandoro:

  • 1 pandorino
  • 100 g di yogurt greco compatto
  • 50 g di ricotta
  • 30 g di zucchero
  • 30 g di cioccolato fondente a scaglie
  • zucchero a velo q.b.


Tagliare il pandoro in 4 parti per il senso della larghezza. Tritare grossolanamente il cioccolato. Preparare la crema amalgamando con una frusta lo yogurt con la ricotta e lo zucchero. Preparare una tazzina piena di caffè (zuccherato o meno a seconda dei gusti).


Bagnare ogni strato con il caffè e ricoprire poi con crema di yogurt e scaglie di cioccolato. Impilate gli stati di pandoro sfalsati in modo da formare un alberello. Infine spolverizzare con zucchero a velo.

pandoro farcito

pandoro farcito

Il secondo dolce che abbiamo preparato è una banana split natalizia. Ovvero una banana farcita con crema di mascarpone, noci, miele e cioccolato fuso. Un dolce senza glutine ideale anche per chi soffre di celiachia.


Per una banana split:
  • 1 banana non troppo matura
  • 150 g di mascarpone
  • 2-3 noci tostate e tritate
  • 30 g di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaino di miele d'acacia

banana split al mascarpone, cioccolato e noci

Tagliare a metà la banana. Omogeneizzare, con una frusta, lo zucchero con il mascarpone e creare 2-3 quenelle che andranno poi sulla banana. Irrorare con noci, cioccolato fuso e miele e servire immediatamente. Eventualmente spolverizzare con zucchero a velo.


banana split al mascarpone, cioccolato e noci

Ringrazio i ragazzi di Scambiamenti e tutti i partecipanti per la bellissima esperienza! 
Grazie di cuore!

Share:

mercoledì 16 dicembre 2015

Un Bis al Bicchiere... Idea per le Feste (ovvero gnocchi zucca e speck e orecchiette broccoli e salsiccia)

Grazie al blog, spesso mi capita di ricevere in regalo prodotti dalle aziende del settore, oltre ad essere molto grata di questi gentili doni, ho la possibilità di provare prodotti nuovi. Ed è proprio stato così con il pastificio Maffei. Con mia gran sorpresa (io sono abituata a mangiare pasta fatta in casa) ho trovato i loro prodotti veramente buonissimi e per questo ho deciso di postare sul blog un paio di idee con la quale avvolgere queste delizie.

gnocchi zucca e speck

Dato che siamo vicino alle feste, ho trovato interessante servire il bis in due bicchieri, così... per fare qualcosa di diverso (anche perché odio quando viene servito un bis nello stesso piatto e i due sughi si uniscono). Ho scelto di creare una base di verdura  per ogni ricetta per avere colore e non appesantire con un eccesso di grassi come spesso succede con panna, ragù o besciamelle.

orecchiette broccoli e salsiccia

La prima pasta che vi presento sono orecchiette con emulsione di broccoli, salsicce e nocciole tostate.
Ingredienti per il bis di 4 persone:

  • 1 confezione di orecchiette Maffei
  • 1 broccolo lessato
  • 2 salsicce fresche
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • granella di nocciole q.b.

Lessare la pasta in acqua bollente salata. Nel frattempo con il mixer o Minipimer frullare il broccolo con almeno 4 cucchiai di olio evo versato a filo e sale a piacere. Sgranare la salsiccia fino a ridurla in briciole, saltarla poi in una padella rovente con un filo di olio evo fino a che non sarà bella colorita. Nella stessa padella saltare la pasta con la crema di broccolo e la salsiccia. Servire con nocciole tostate e tritate e una macinata di pepe.

gnocchi zucca e speck

Mentre il secondo primo che vi propongo sono gnocchi con zucca, speck croccante e semi di papavero.
Ingredienti per il bis di 4 persone:

  • una confezione di gnocchi Maffei
  • 300 g di zucca violina pulita
  • 100 g di speck a striscioline
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • semi di papavero q.b.

Tagliare la zucca a piccoli cubetti e cuocerla in padella con un cucchiaio di olio evo fino a quando non diventa morbida. Salare a piacere. Lessare poi la pasta in acqua bollente. Nel frattempo in un'altra padella calda rendere croccante lo speck. Saltare poi la pasta con la zucca e un paio di cucchiai di olio evo. Servire con speck croccante e semi di papavero.


Buon Appetito!!


Share:

venerdì 11 dicembre 2015

Tronchetto con farina di Castagne, Cachi e Grano Saraceno (senza glutine, né lattosio)

In questo periodo sono un po' stressata e confusa... i sacrifici che ho fatto e il tempo che ho impiegato per studiare e realizzare il mio futuro ad oggi mi sembrano vani. Purtroppo sono ancora senza lavoro e non sembra esserci uno spiraglio di possibilità. Impiego le mie giornate come farmacista volontaria, ma ormai è diventato frustrante. Fortuna che ogni tanto mi prendo qualche ora per dedicarmi alla cucina e al blog, almeno questo mi rilassa. E dopo il mio sfogo torniamo alla ricetta, oggi vi propongo un delizioso tronchetto senza colesterolo e con un quantitativo di zucchero moderato grazie alla dolcezza naturale dei cachi e della farina di castagne. Sano, naturalmente dolce e molto goloso!!

Plumcake di Castagne, Cachi senza glutine

Ingredienti per un tronchetto:
  • 2 uova
  • 120 g zucchero di canna
  • polpa di un cachi maturo (circa 180 g)
  • 80 g olio di semi
  • 90 g di farina di grano saraceno
  • 90 g di farina di castagne
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 2 g di cannella o più


Per la perfetta forma di tronchetto io ho utilizzato il Magic Wood Kit della Silikomart, ma se non lo avete uno stampo da plumcake andrà benissimo.

Plumcake di Castagne, Cachi senza glutine

In una ciotola capiente montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la polpa del cachi e l'olio e frullare nuovamente. Incorporare lievito, farine e cannella precedentemente setacciati con una spatola. Cercate di non smontare il composto, facendo movimenti con la spatola veloci e decisi dal basso verso l'alto. Versare il composto nello stampo in silicone. Se utilizzate lo stampo da plumcake foderate la base con carta forno. Cuocere a 170-180°C per circa 45 minuti. Mi raccomando fare la prova stecchino per essere certi della perfetta cottura.

Plumcake di Castagne, Cachi senza glutine

Una bontà senza glutine, soffice e golosa. Ottimo per la colazione e la merenda! Provatelo e fatemi sapere!!

Share:

lunedì 7 dicembre 2015

Tartufini Leggeri Cocco e Ricotta (i miei Raffaello)

Buongiorno a tutti!!! E' si... è lunedì mattina e io sono felice!! Questo perché il clima natalizio mi è già entrato pienamente nelle ossa; in più oggi lavoro il pomeriggio, quindi questa mattinata la dedico a qualche lavoretto di casa, a cuocere il pane e a scrivere questo post. Quest'anno ho già preparato l'albero e messo qualche cimelio decorativo, degli anni scorsi, sparsi per casa. Non amo i decori troppo complessi, ne eccessivamente colorati. Io adoro il bianco in tutte le sue forme e come potete vedere anche in cucina. Quando penso al Natale, mi viene subito in mente il bianco candore della neve e niente mi rilassa di più. Purtroppo qui in Romagna non nevica molto spesso, ma nel periodo festivo ogni giorno incrocio le dita e spero di svegliarmi con il panorama imbiancato!!! In ogni caso mi consolo con questi delicati e coccosi dolcetti :-)!!!

Tartufini Leggeri Cocco e Ricotta

Questi tartufini che vi propongo oggi sono dolcetti facili e veloci da tenere assolutamente in frigorifero durante le feste per poi servirli a chiunque passi da voi per gli auguri! Ideali per un buffet e per chi si vuole concedere un momento di dolcezza senza sensi di colpa.

Ingredienti per 25 tartufini:

  • 250 g di ricotta vaccina di latte intero
  • 60 g di farina di cocco
  • 60 g di biscotti secchi sbriciolati
  • 25 mandorle
  • 60 g di zucchero a velo
  • cocco q.b. per decorare i tartufini

Tartufini Leggeri Cocco e Ricotta

Assicuratevi che la ricotta sia ben scolata dal suo siero, poi setacciatela o rendetela cremosa con una forchetta. Aggiungere il cocco, i biscotti in briciole, lo zucchero e amalgamare bene il tutto. In un piatto mettere un po' di cocco dove poi passerete le palline. Con le mani create delle palline poco più piccole di una noce, inserite all'interno una mandorla e arrotondare bene la pallina, facendola roteare tra i palmi delle mani. Passare i dolcetti nella farina di cocco e il gioco è fatto. Io ho messo i tartufini in pirottini di carta, ma potete semplicemente servirli così come sono su di un vassoio. Lasciateli riposare almeno un'ora in frigorifero. In alternativa potete avvolgere le palline di cocco e ricotta nel cacao, invece che nella farina di cocco oppure pare metà e metà, date sfogo alla vostra creatività!!!


In più questi tartufini sono più proteici e con un indice glicemico più basso rispetto alla maggior parte degli altri dolci natalizi, quindi lasciate a casa i sensi di colpa e mangiate un dolcetto :-) !!!

Share:
© Cuor di Ciambella | All rights reserved.
pipdig