lunedì 28 settembre 2015

Tortelli alla Lastra e Tradizioni di Famiglia

Per definizione i tortelli alla lastra sono un piatto della tradizione gastronomica dell'appenino tosco-romagnolo e rappresentano una sfoglia sottile, di forma quadrata, farcita con quello che viene definito "compenso"... e qui viene il bello... difatti ogni famiglia ha la propria ricetta sia per la sfoglia che per il ripieno, che generalmente varia da patate lesse, zucca, raviggiolo, erbette, ecc. Oggi vi presento la ricetta della mia famiglia! Avete presente quelle cose che mangiate fin da quando eravate piccoli, che faceva vostra nonna, poi vostra mamma... ecco... per me, i tortelli alla lastra, rappresentano proprio questo. A casa mia vengono definiti anche "crescioni" (ma che nulla hanno a che fare con i classici crescioni romagnoli dalla sfoglia più spessa e la forma di mezza luna). Con questa ricetta ho deciso di partecipare al contest I lievitati della Nonna indetto da Cucina semplicemente in collaborazione con Grandi Molini Italiani.

Tortelli alla Lastra

Ingredienti per 4-6 persone:
  • 375 g farina Frumenta tipo 1
  • 125 g farina Frumenta integrale di grano tenero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito per torte salate
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 300 g di acqua tiepida circa per impastare

Ci tengo a precisare che a casa mia l'impasto per i tortelli è diverso da quello della piadina, è più leggero e con olio extravergine di oliva che da molta croccantezza alla sottile sfoglia.

Tortelli alla Lastra

 Per il ripieno o "compenso":

  • 6 patate lessate precedentemente
  • 200 g di Parmigiano Reggiano
  • 200 g di guanciale di Mora Romagnola
  • un pizzico di sale di Cervia
  • 2 rametti piccoli di rosmarino tritato finemente

Premetto che la mia nonna impastava e tirava la sfoglia a mano, ma fortunatamente la tecnologia ci è venuta in soccorso, per cui la planetaria è la mia alleata numero uno quando sono in cucina... dopo mia mamma ovviamente... che ringrazio per avermi passato la ricetta e dato una grande mano a realizzare i tortelli alla lastra per questo post (foto comprese)!!


Inserire tutti gli ingredienti per la sfoglia nella planetaria o nel mixer da cucina e versare parte dell'acqua (meglio se tiepida), iniziare a impastare. Man mano aggiungere il resto dell'acqua fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciar riposare l'impasto coperto da un canovaccio umido per circa un'oretta. Nel frattempo preparare il compenso facendo rosolare in una padella ben calda il guanciale tagliato a cubetti. Una volta che sarà ben rosolato unirlo alle patate schiacciate, il parmigiano e un pizzico di sale (non esagerate perché il parmigiano è già molto salato). In ultimo aggiungere al ripieno gli aghi di rosmarino tritati finemente.

Tortelli alla Lastra

Tirare la sfoglia con la macchina apposita o con il mattarello fino ad ottene uno spessore di 2-3 mm. Suddividere in rettangoli abbastanza lunghi (circa 10 cm x 5 cm). In metà rettangolo distribuire il compenso schiacciando bene con i rebbi di una forchetta, lasciando libero un cm ai lati.

Tortelli alla Lastra

Ricoprire con l'altra metà di sfoglia e sigillare bene i tre lati con le dita. Proseguire così fino ad esaurimento degli ingredienti. Se vi rimane un po' di impasto potete farci delle piadine (che saranno più leggere delle classiche).

Tortelli alla Lastra

Nella tradizione piadina, crescioni e tortelli alla lastra si cuocono sul "testo", ma una piastra antiaderente andrà benissimo. L'importante che sia ben calda. Rigirare i tortelli sulla piastra più volte fino ad ottenere una crosticina brunita e croccante in entrambi i lati (ci vorranno circa 8-10 minuti). Inutile dire che sono uno dei migliori street food in assoluto, perfetti per una serata in famiglia!!


venerdì 18 settembre 2015

Tagliatelle al Farro con Funghi Porcini

Di solito adoro quando arriva settembre, perché tutto ritorna al suo posto... i ritmi quotidiani riprendono, le serate sotto le coperte a guardare la serie tv preferita, la cena fuori il sabato sera, la domenica in relax passata a mangiare comfort food e concedendosi al massimo una passeggiatina all'aria aperta. Si io amo tutto questo. Quest'anno purtroppo il caldo non sembra dar tregua e questo mi rende decisamente più nervosa... io che vorrei la neve già da novembre!!! In più la mia situazione lavorativa, come presumo tanti di voi, non è certo ottimale! Sarà che quando ho iniziato a studiare avevo determinati obbiettivi e pensavo che più sarebbe passato il tempo più si sarebbero concretizzati... e invece no, gli anni sono passati e io mi sento più confusa che mai. Il mio blog nasce come pura passione per il cibo, ma ora sto seriamente ragionando sul prendere questa strada anche a livello lavorativo, ma ho studiato tanto e d'altro canto mi dispiace abbandonare tutto. In ogni caso in questo momento non ho trovato alcun tipo di lavoro e faccio la farmacista volontaria e nel frattempo scrivo ricette :-) questa è la mia vita! Tornando alle cose serie... ecco una ricetta prettamente autunnale con la quale mi sono cimentata qualche domenica fa per un pranzetto romantico! Come al solito il mio problema con il salato è che non condisco mai troppo e manca sempre quel pizzico di sale in più, a parte questo sono molto fiera della mie tagliatelle perché ho trasformato un piatto della tradizione in qualcosa che oltre ad essere buono è anche salutare!! In più i porcini erano freschissimi raccolti il giorno stesso dal mio papà!!!

Tagliatelle con Funghi

Esistono cereali ancora poco utilizzati che però sono ricchi di proprietà, gustosi e salutari. Uno di questi è il farro, cereale ricco di vitamine come la A, la C e quelle del gruppo B, sali minerali e fibre. Le farine integrali, invece, hanno il grande vantaggio di mantenere la parte più esterna del chicco: la crusca. Questo significa un alto apporto di fibre che porta ad un prolungato senso di sazietà, la riduzione del picco glicemico dopo il pasto e la diminuzione dell'assorbimento di grassi e zuccheri! Per la sfoglia, di fatti, ho utilizzato farina di farro semi integrale.


Ingredienti per 4 persone:
  • 3 uova medie e un tuorlo
  • 200 gr farina di farro semi integrale
  • 100 g semola di grano duro


Preparare le tagliatelle impastando le due farine con le uova utilizzando la planetaria o a mano.
Lasciare riposare la pasta per almeno mezz'oretta avvolta in pellicola per alimenti.


Per il sugo ai porcini:

  • 300 g di porcini puliti
  • 2 scalogni
  • 6 cucchiai di olio evo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 mazzetto di prezzemolo


Rosolare lo scalogno tritato nell'olio e dopo pochi minuti aggiungere anche i porcini puliti e tagliati a piccoli cubetti. Cuocere per circa 5 minuti a fuoco alto, poi abbassare il fuoco e mettere il coperchio. Proseguire la cottura per un'altra decina di minuti mescolando di tanto in tanto. In ultimo salare, pepare e aggiungere un abbondante trito di prezzemolo.

Tagliatelle con Funghi

Tirare la sfoglia al mattarello o con la macchina per la pasta dello spessore desiderato (ammetto che a me la tagliatella piace un po'sostenuta). Cospargere di farina la sfoglia, arrotolarla e tagliare le tagliatelle con una larghezza di circa 3-4 mm. Stendere le tagliatelle sul tagliere cosparso di farina. Cuocere in abbondante acqua salata e saltarle in padella con i funghi. Perché sano non significa necessariamente dietetico e insipido!!

mercoledì 2 settembre 2015

Nuova rubrica "Lunch Box" e Tortilla de Patatas

Qualche tempo fa ho sondato un po' la vostra opinione, chiedendovi cosa vi sarebbe piaciuto vedere sul blog (ovviamente sono sempre a vostra disposizione se avete altre idee) e ciò che mi avete più richiesto sono state soluzioni per il "pranzo al sacco". Settembre è il mese in cui scuole, università, lavoro ricominciano e spesso molti di noi pranzano fuori casa. A rotazione ci si prepara un'insalata, un panino, pasta fredda e dopo un po' la fantasia finisce e si arriva al punto che si apre il frigorifero e si prende su ciò che capita così a casaccio, tralasciando le proposte poco salutari che offre il mercato del take away. Per questo ho voluto creare la rubrica "Lunch Box" per darvi delle idee sfiziose e facili per rendere il vostro pranzo gustoso e interessante. La ricetta con la quale voglio inaugurare è la Tortilla de Patatas, ottima a temperatura ambiente e l'ideale è prepararla la sera prima in modo da non perdere un minuto il mattino seguente!!!

Tortilla de Patatas

La tortilla de Patatas è un piatto che fa parte della cultura gastronomica spagnola e potremmo tradurla nell'italiana frittata con patate e cipolle. La ricetta originale prevedere che le patate vengano cotte in abbondante olio caldo, ma io ho deciso di saltarle in padella per rendere il piatto più leggero. In più per limitare l'uso di grassi la cottura della frittata viene fatta nel forno, ma se avete fretta potete utilizzare la classica padella.

Tortilla de Patatas

Ingredienti per circa 4 persone:
  • 1/2 cipolla dorata a rondelle molto fini
  • 4 patate tagliate a fettine sottilissime con la mandolina
  • 6 uova
  • 6 foglie di salvia
  • sale, pepe e olio evo q.b.

Tortilla de Patatas

Accendere il forno a 180°C. In una padella ampia saltare a fuoco alto le patate assieme alle cipolle con un paio di cucchiai di olio. Continuare la cottura abbassando il fuoco e aggiungere la salvia a pezzetti. Cuocere per altri 5 minuti circa o finché le patate non saranno morbide. Infine salare a piacere.

Tortilla de Patatas

Sbattere le uova per qualche minuto, con una frusta, con un buon pizzico di sale ed eventualmente pepe. Aggiungere le patate e la cipolla. Rivestire una teglia del diametro di circa 20 cm con carta forno e versare il composto. Infornare per 35 minuti circa.

Tortilla de Patatas

Che dire una volta pronta lasciatela raffreddare e il mattino dopo componete il vostro lunch box con la frittata, verdure a scelta e fettine di pane!!! Se volete prepararla direttamente la mattina, vi consiglio di cuocere già patate e cipolle la sera e finire poi la cottura con le uova in padella, in 10 minuti il vostro pranzo sarà pronto!!!